La crostata alla ricotta e limone è un dolce gustoso ma con pochi grassi, consigliato quindi ai golosi che devono o vogliono stare attenti alla linea. La ricotta è un ingrediente base dolci e si può utilizzare sia quella vaccina che quella di pecora; l’importante è che sia freschissima. La preparazione che descriverò, secondo la più accreditata tradizione della “nonna”, prevede la mescolanza del latticino all’impasto ma si può anche realizzare in versione crostata. Si tratta di una ricetta facile, che richiede circa un’ora di tempo e a basso contenuto calorico (circa 540 calorie a porzione).

 

Per 6 persone: 300 g. di farina; 250 g. di zucchero; 300 g. di ricotta; 3 uova; scorza grattugiata di un limone; 1 bustina di lievito in polvere; burro o olio per la tortiera; zucchero a velo

Si comincia mescolando in una planetaria con un cucchiaio di legno 250 grammi di zucchero con 300 grammi di ricotta. Quando i due ingredienti sono ben amalgamati si aggiungono tre tuorli (lasciando da parte gli albumi), 300 grammi di farina ”0″ e una bustina di lievito per dolci, mescolando sempre per eliminare tutti i grumi. Nel frattempo si prende un limone non trattato o biologico, si lava accuratamente sotto acqua corrente e se ne ritaglia la scorza, evitando di includere anche la parte bianca che ha un gusto amaro. Con la mezzaluna si ricavano tante striscioline sottili che si aggiungono all’impasto

Si montano a neve gli albumi e poi si incorporano poco alla volta al composto con il cucchiaio, senza mescolare ma con movimenti dal basso verso l’alto. Si accende il forno, portandolo a 180 gradi e si prepara la tortiera, imburrandola oppure oliandola con un filo d’olio extravergine; si versa il composto e si pone nel forno già caldo per circa 20 minuti fino a quando la torta assume un bel colore dorato. Sfornare il dolce, lasciarlo raffreddare e poi cospargerlo uniformemente con zucchero a velo. Per la decorazione si ricavano delle rondelle sottili dal limone rimasto e si distribuiscono sulla superficie del dolce.