10 cose da fare gratis sul’ isola d’ Ischia

 Ischia cosa vedere  ma sopratutto cosa fare gratis ad Ischia senza spendere un euro

Ischia gratis per vacanze indimenticabili


1. La baia di Sorgeto. 

Un miracolo della natura, un relax a costo zero senza paragoni. Una mega vasca da bagno calda naturale. Sono poche le occasioni in cui si riesce a beneficiare delle calde sorgenti termali in contrasto con le fresche acque del mare… è questa è una delle situazioni da non perdere. La caratteristica che la rende interessante è la sorgente termale calda che confluisce nel mare,dando origine ad alcune piscine delimitate da sassi e scogli, in cui ci si può immergere in acqua calda o tiepida. Attenzione Tantissima fatica per arrivarci ma il benessere che si prova a fare il bagno nelle acque della baia di Sorgeto non ha prezzo, così come non ha prezzo la simpatia del “pirata” e le sue maschere di bellezza; vale la pena frequentarla! attenzione però a non bruciarsi … il bagno di notte poi vale quanto un ingresso nel miglior giardino termale dell’ isola d’ Ischia.

2. Le Fumarole.

 Nella parte meridionale di Ischia da S. Angelo proseguendo verso est si può arrivare in questa zona sulla costa dove fuoriescono vapori dalla terra e sott’acqua. Fuoriescono bolle sottomarine e le rocce sono molto calde.

La zona è l’ideale per gite estive e, chi soffre di dolori articolari, può approfittare per effettuare benefiche sabbiature senza spendere un centesimo. Basta scavare una piccola fossa è ricoprirsi di sabbia. Molto particolare il fatto che numerosi fruitori di questa spiaggia, portano con sè l’occorrente per cucinare uova e patate, sotterrandoli a qualche decina di centimetri sotto la sabbia. Con un pò di pazienza, e scovando il posto giusto, si può cuocere addirittura il pollo al cartoccio, il vapore sale fino ad incontrare la sabbia e qui si perde tra i granelli, surriscaldando gli strati sovrastanti, fino ad arrivare a temperature comprese tra i 46 ed i 100°C. Proprio alcuni punti della spiaggia delle Fumarole raggiungono il massimo di questo calore, tant’è che bisogna fare molta attenzione a non ustionarsi.

 

3.Sant’ Angelo d’Ischia, costituisce il fronte marino del Comune di Serrara Fontana 

Cuore del paese, rinomata meta del turismo italiano e internazionale, è la celebre Piazzetta, aperta sulla spiaggia e sulla banchina del porticciolo, dove si concentrano negozietti e lussuose boutique, ristoranti e bar che la sera si affollano di turisti.

4.Il Castello Aragonese ad Ischia Ponte Uno dei luoghi più suggestivi e accattivanti è sicuramente Ischia Ponte , che aggiunge all’atmosfera di luogo Antico , la bellezza degli Scogli di Cartaromana e il Fascino  misterioso Castello Aragonese

Sedendosi sul muretto, al centro del ponte che separa Ischia Ponte dal Castello Aragonese, si può osservare la baia e le barche che arrivano e scompaiono sotto l’arco. Poche decine di metri più avanti vi è l’ingresso del castello Aragonese e sulla sinistra il vecchio imbarcadero diroccato. Ad Ischia Ponte, a sud del Castello Aragonese, più precisamente tra gli scogli di Sant’Anna dopo la Torre del Guevara, si trova la splendida spiaggia di Cartaromana, rinomata per la sua bellezza e per la sua particolarità. Sulla spiaggia si possono ammirare i caratteristici scogli neri di roccia vulcanica modellata dal mare che concorrono a dare un certo fascino a questa zona meravigliosa

5.La baia della Pelara 

 è un posto incantevole e suggestivo. Magico direi. Il sentiero non è certo facile da percorrere ma offre scorci e panorami di rara bellezza. La vegetazione è quella tipica mediterranea, ricca di agavi e profumi intensi. Ogni tanto è possibile fermarsi su panchine in legno lungo il tragitto. Dopo una trentina di minuti il sentiero vi porterà ad un piccolo piazzale dove una panchina in legno costruita artigianalmente come tutte le altre del sentiero vi permetterà di ammirare il mare, la cui unica cornice sono i maestosi fianchi collinari interamente in pietre vulcaniche. Con qualche piccolo rischio è possibile scendere fino a mare per un tuffo e nelle immediate vicinanze è presente un piccolo grottino scavato nella roccia dal quale è possibile scattare bellissime foto. Dall’alto di una roccia una madonnina si affaccia sul mare e gli scogli sottostanti.

 

6.Lacco ameno il centro storico

Lungo una bella strada panoramica partendo da Ischia Porto, passando per Casamicciola Terme si arriva a Lacco Ameno. Uno scoglio di forma particolare nel mare, il famoso Fungo, indica al visitatore che è giunto alla meta. Per il clima straordinario e l’ambiente curato Lacco Ameno può contare su una elevata clientela proveniente da tutto il mondo. A Lacco Ameno si trova una delle spiagge più belle dell’Isola d’Ischia situata nella baia di San Montano, un’oasi di straordinaria bellezza.

 

7..Il centro storico di Forio.

 Il centro storico esercita un fascino particolare con i suoi palazzi nobiliari,le sue TORRI,  le tipiche viuzze, gli “atelier” dei pittori locali, le minuscole botteghe artigiane di ceramiche, le chiese ricche di storia e di arte. Molto suggestiva è la famosa chiesetta del Soccorso situata all’estremità di uno splendido piazzale, piazzale Giovanni Paolo II (già piazzale del Soccorso) È uno dei pochi posti al mondo dai quali talvolta è possibile assistere, in particolari condizioni, al fenomeno ottico del raggio verde  in concomitanza con il tramonto del sole

 

8. LA BOCCA DI TIFEO 

l’ascesa alla BOCCA DI TFEO è un sentiero immerso completamente nella selvaggia macchia Mediterranea (lecci, lentischi, eriche, mirti ed erbe aromatiche. Dopo un pò la salita si fa più ripida e il suolo più caldo: il sottobosco mediterraneo si congeda, lasciando il passo ad una vegetazione più esotica (fichi d’India, agavi), fino ad incontrare il mito dell’isola d’Ischia “Tifeo”, che giace nelle viscere dell’isola e le cui lacrime fluiscono nelle acque termali. A Monte Corvo queste hanno preso la forma di vapori acquosi. Una delle più belle fumarole incastonata in un paesaggio unico e mozzafiato 

da Serrara attraverso il bosco dei Frassitelli.

Una volta su il panorama è splendido e il fresco all’ombra della terrazza panoramica soprattutto nei mesi più caldi sarà graditissimo. Il Bosco dei Frassitelli è un bosco di Acacie di dimensioni contenute, ma unico per posizione e vegetazione e un panorama mozzafiato ed una vegetazione lussureggiante. Nel bosco dei Frassitelli a Forio si trovano bizzarre formazioni di roccia oppure rocce con  strutture a nido d’api. 

10. casa Museo a Fontana

Una casa ricavata nella montagna, traformata in museo. Un posto unico e originale. Ideale per scoprire le tradizioni, gli usi e la storia ischitana attraverso oggetti antichi. Bellissimi i manufatti artigianali in legno o pietra

11. Il cratere di fondo D’ Oglio

Ischia è ricca di fenomeni vulcanici; ma questa zona collinare che mostra il passato geologico dell’isola, all’interno dei confini del comune di Casamicciola Terme, . Il bosco chiamato “Bosco della Maddalena” avvolge le pendici del cratere , oggi vulcano inattivo,  Scendendo dal bus o in arrivo a piedi, è necessario fare un breve ramo asfaltata sulla sinistra, per raggiungere la bocca del vulcano. Il cratere (il cui nome è appunto “Fondo d’ Oglio”, cioè probabilmente “fondo di vaso”  non è profondo (solo poche decine di metri), in modo da arrivare fino in fondo è abbastanza facile. I secoli passati hanno permesso la formazione dentro e intorno al cratere di una fitta foresta mediterranea, favorita dalla fertile suolo vulcanico. Per diventare più consapevoli della natura del luogo, si dovrebbe anche percorrere il sentiero che segue la circonferenza del cratere, appena sotto il bordo, a contatto con le vecchie pareti del cratere ripide. Sul fondo del cratere c’è un unico albero di carpino nero chiamato da alcuni locali l’albero delle streghe per la sua particolare forma. 

12. La salita al Monte EpomeoIl Belvedere, si trova sulla vetta del Monte Epomeo, la più alta dell’Isola d’Ischia, 789 metri dal livello del mare. E’ costituito da un blocco tufaceo scavato dal secolare pellegrinare dell’uomo. La vetta è raggiungibile solo a piedi attraverso un sentiero di montagna, abbastanza agevole.

Se siete in auto dovete lasciarla al parcheggio al termine della strada carrabile, seguendo le indicazioni per la vetta del Monte Epomeo, da lì attraverso una mulattiera per ottocento metri, circa 15 minuti di cammino, si giunge alla vetta ed al belvedere.
Se non disponete di Auto, l’autobus vi lascerà al centro del borgo di Fontana, da cui attraverso un vicoletto potete seguire le indicazioni per il Monte Epomeo, distanza 2 km, circa 35 minuti a piedi.
Altri sentieri conducono alla vetta del Monte Epomeo, uno dalla pietra dell’acqua e l’altro dalla falanga, ma sono indicati per gli escursionisti ed amanti della montagna

Dislivello 400 m
Durata 3 ore
Difficoltà Escursionistica
Sviluppo del percorso 7 km
Acqua non sono presenti fontane o sorgenti lungo il percorso
Attrezzatura necessaria scarpe da trekking e indumenti a strati tecnici

 

 

Ischia gratis per vacanze indimenticabili